Come smettere di russare: il metodo definitivo

Russare è un fenomeno molto fastidioso, non solo per il russatore, ma anche – e soprattutto – per chi condivide il letto con la persona con questo disturbo. A volte, il rumore effettuato mentre si russa può addirittura svegliare il soggetto stesso, figuriamoci quindi chi ha la sfortuna di dormirci accanto. Il russamento è un rumore che si verifica solo durante il sonno, quando i muscoli ed i tessuti della bocca e delle vie aeree superiori (lingua, palato molle, ugola, alta faringe) si rilassano e quindi il passaggio dell’aria ne causa la vibrazione ed il conseguente rumore. Tutti occasionalmente russano, ad esempio durante un raffreddore o un’allergia, ma alcune persone sono più a rischio di russare: gli obesi, i fumatori, gli alcolisti e soggetti con deviazioni del setto nasale o malformazioni delle alte vie aeree possono facilmente russare, ma anche chi prima di dormire consuma pasti pesanti oppure assume una posizione sbagliata. Quando il russamento è leggero può essere considerato normale, ma quando diventa un disturbo invalidante, è denominato roncopatia.

Come smettere di russare: il metodo definitivo

Ma come smettere di russare, per garantire a sé stessi ed al partner una qualità del sonno migliore? I rimedi chirurgici sono destinati a chi ha malformazioni o soffre anche di pericolose apnee notturne; la maggior parte dei russatori fortunatamente è sana e quindi può adottare alcune buon abitudini per rimediare al russamento o, almeno, diminuirne il volume.
Esistono alcuni utili rimedi per non russare. La prima cosa da fare è eliminare le sigarette, tagliare le bevande alcoliche, dimagrire se si è in sovrappeso ed evitare pasti pesanti prima di coricarsi. Queste semplici azioni non solo hanno un impatto positivo sulla salute in generale, ma consentono di ridurre l’infiammazione delle vie aeree ed il sovraccarico cardiovascolare, facendo lavorare meglio i muscoli respiratori, senza sforzi e tensioni. Utile anche, per rafforzare la muscolatura, eseguire esercizi di respirazione controllata e praticare esercizio fisico regolare.
Un altro rimedio per smettere di russare è utilizzare un cuscino più alto e dormire sul fianco: in questo modo il percorso dell’aria inspirata cambia, rispetto alla posizione supina, e anche il russamento migliora, per la gioia del vostro partner.
Per chi invece russa quando ha il raffreddore, la sinusite o un’allergia stagionale, può essere utile utilizzare cerottini dilatatori per il naso e spray nasali decongestionanti. Attenzione: chi russa cronicamente non deve usare lo spray decongestionante per più di 1 settimana, perchè a lungo termine risulta dannoso per le vie aeree.
Quando nessuno di questi rimedi è in grado di eliminare il russamento, la cosa migliore da fare è rivolgersi all’otorinolaringoiatra per una visita specialistica. Comunemente il russamento è causato da un eccesso di tessuto nella gola (tonsille, adenoidi, turbinati), che può essere rimosso chirurgicamente o con il laser, risolvendo il problema in maniera definitiva. La complicazione più grave del russamento, che riguarda soprattutto soggetti gravemente sovrappeso, è l’apnea ostruttiva del sonno, che provoca una momentanea interruzione del respiro e una serie di conseguenze serie per l’apparato cardiocircolatorio.
Il consiglio, quindi, è quello di non sottovalutare mai il russamento, specialmente se molto forte e disturbante: non è necessario sopportare senza fare nulla, alcuni semplici rimedi o una visita dallo specialista possono risolvere il problema e restituire serenità al sonno.

Thanks for Reading

Enjoyed this post? Share it with your networks.

Leave a Feedback!