Ganoderma Reishi, fungo officinale dalle proprietà benefiche

Ganoderma Reishi, fungo officinale dalle proprietà benefiche

Ganoderma Reishi, chiamato anche Ganoderma Lucidum, è un fungo di origine orientale utilizzato nella medicina tradizionale cinese sin dai tempi più antichi. Fungo parassita e saprofita, Ganoderma Reishi cresce solitamente su querce e castagni e per sopravvivere necessita di legno in decomposizione, una caratteristica che molti funghi hanno in comune. Per molti anni Ganoderma Reishi è stato considerato un fungo miracoloso in Giappone e in Cina, anche grazie al suo aspetto legnoso che lo differenzia da molte altre specie esteticamente meno particolari.

Il sapore di Ganoderma Reishi è amaro, a causa del contenuto di tannini, motivi per cui non si utilizza molto in cucina ma solo sotto forma di polvere per infusi e tisane. Ganoderma Reishi possiede numerosi principi attivi in grado di apportare benefici all’organismo. Viene utilizzato in infusi, decotti e come integratore naturale, in polvere o compresse. Esistono due tipologie di Ganoderma Reishi: il rosso e il nero. Le differenze risiedono nel colore del cappuccio, che nel rosso è scuro al centro e giallo chiaro ai margini mentre nel nero è bruno, e nelle dimensioni (il Reishi nero è più piccolo e dalla forma meno regolare del rosso).

Ganoderma Reishi contiene oltre 150 principi attivi benefici, a diverse concentrazioni, oltre che sostanze come polisaccaridi, proteine, vitamine (gruppo B), glucosio, adenosina, galattosio, glicoproteine, steroli, aminoacidi, acido oleico, acido ganoderico e acido pantotenico; inoltre presenta minerali rari (rame, magnesio, manganese, potassio, calcio, zinco, ferro, germanio). Ma a che cosa servono tutte queste molecole? Ganoderma Reishi agisce in caso di:

  • Stress fisico e mentale. Questo fungo aiuta il corpo ad adattarsi a periodi di forte e prolungato stress, rendendoli in grado di superare efficacemente le condizioni disagevoli. Le molecole responsabili di questo beneficio agiscono positivamente sull’equilibrio fisico e psico-fisico.
  • Infiammazione. Il Ganoderma Reishi contiene una molecola strutturalmente simile all’idrocortisone, un potente antinfiammatorio steroideo. Il fungo ha quindi proprietà antinfiammatorie e cicatrizzanti.
  • Invecchiamento cellulare e cutaneo. Grazie ai numerosi antiossidanti e alle vitamine B, C e D, l’integratore di Ganoderma limita l’azione dannosa dei radicali liberi e svolge una funzione anti-cancerogena grazie al germanio. A questo proposito, alcuni recenti studi pubblicati su riviste del settore hanno confermato che alcune sostanze di Ganoderma Lucidum agiscono contro il cancro al polmone ed il cancro al seno.
  • Glicemia instabile. I picchi glicemici sono l’anticamera dell’intolleranza al glucosio e di gravi malattie croniche come il diabete di tipo II e la sindrome metabolica. Ganoderma Reishi contiene una sostanza, il ganoderano, che facilita l’utilizzo dell’insulina da parte delle cellule e quindi agisce come ipoglicemizzante.
  • Rischio di trombosi. I nucleotidi contenuti nel Ganoderma presentano una blanda azione anticoagulante e antiaggregante sulle piastrine.
  • Ipertensione e ipercolesterolemia. Ganoderma Reishi contiene molecole che mimano l’azione di farmaci ACE-inibitori che controllano l’azione dell’angiotensina, la proteina che aumenta la pressione sanguigna. Inoltre Ganoderma mantiene il cuore in salute, regolando i livelli di colesterolo.

In sintesi, Ganoderma Reishi agisce beneficamente su quasi tutti gli organi, espletando un effetto sinergico non tanto grazie alle sostanze contenute in esso ma piuttosto per merito della concomitanza di tali componenti, raggruppate in un insieme più unico che raro. Come assumere l’integratore a base di Ganoderma Reishi? L’assunzione è consigliata la mattina a stomaco vuoto, accompagnato da cibi ricchi di vitamina C, oltre ad acqua o tisane.

Thanks for Reading

Enjoyed this post? Share it with your networks.

Leave a Feedback!