Ganoderma Lucidum: il fungo della salute che viene dall’asia

Il fungo del genere Ganoderma Lucidum, chiamato Reishi in Giappone e Ling Zhi in Cina, è un fungo saprofita che necessita di un substrato legnoso in decomposizione per svilupparsi (quercia o castagno, solitamente) ed è molto diffuso nei boschi e nelle foreste orientali. Le tipologie di Ganoderma Lucidum sono rosso e nero e si differenziano solo per le caratteristiche esterne. Attualmente il fungo Ganoderma Lucidum è coltivato soprattutto in Asia.

Le medicine tradizionali cinese, giapponese ed indiana hanno a lungo utilizzato il fungo officinale Ganoderma Lucidum, per le sue proprietà curative, antinfiammatorie e lenitive. Anche al giorno d’oggi in Oriente sono numerosi i rimedi a base di Ganoderma Lucidum (decotti, tisane, pastiglie, polveri, estratti…). I principi attivi di Ganoderma Lucidum sono:

  • Triterpeni. Gli acidi ganoderici sono steroli che contrastano le reazioni allergiche inibendo la produzione endogena di istamina; inoltre favoriscono la funzione del fegato e la produzione cellulare di energia. Il loro sapore è responsabile del gusto amaro del fungo, che infatti si consuma raramente come alimento.
  • Polisaccaridi. I beta-glucani e gli etero-beta-glucani sono molecole stimolanti il sistema immunitario e anti-tumorali. Inoltre favoriscono il senso di sazietà, migliorando la funzionalità ed il transito intestinale e regolando glicemia e colesterolemia.
  • Peptidi dall’azione anti-allergica, ipotensiva e regolante i livelli di trigliceridi nel sangue.
  • Germanio organico. Utile in caso di infezioni genitali e patologie ossee.

Risultati immagini per ganoderma lucidum

Ganoderma Lucidum è stato analizzato in numerosi studi scientifici, allo scopo di provare le sue proprietà benefiche. Sebbene, naturalmente, l’estratto di Ganoderma non possa essere paragonato ad un farmaco, è stato dimostrato che ha azione analgesica, antiallergica, antinfiammatoria, antiossidante. Inoltre, Ganoderma:

  • Stimola l’azione del sistema immunitario contro i batteri e contro i virus (aumento di produzione di interferone);
  • Previene la bronchite attraverso un’azione lenitiva sulle mucose respiratorie;
  • Tiene sotto controllo la pressione arteriosa e la colesterolemia;
  • Ha proprietà antidepressive (aumenta la sintesi di serotonina e dopamina);
  • Migliora la funzionalità del surrene e la produzione di citochine da parte dei macrofagi.

Alcune teorie sostengono che Ganoderma Lucidum sia un alimento altamente adattogeno, ovvero in grado di favorire l’adattamento benefico e fisiologico dell’organismo a qualsiasi condizione esterna (cambio stagionale, malattie, stress…). Lo stesso fungo, infatti, è in grado di crescere su numerosi substrati decomposti ed è diffuso in tutta l’Asia.

L’integratore di Ganoderma Lucidum è adatto a qualsiasi età, anche se la sua assunzione va valutata dal medico in quanto può interagire con il metabolismo di alcuni farmaci (immunosoppressori, antiblastici, antidepressivi…). L’estratto va assunto ogni giorno, meglio la mattina a stomaco vuoto, insieme ad un frutto. I miglioramenti si possono osservare dopo circa 10 giorni dall’assunzione continuativa.

Il fungo si può consumare anche per via alimentare, anche se è coriaceo e ricco di tannini e quindi il suo sapore amaro risulta poco gradito a molti. In ogni caso il fungo dopo la raccolta va tagliato ed essiccato, poi bollito prima del consumo, oppure messo in infusione per ottenere una tisana. La concentrazione dei principi attivi è senza dubbio maggiore nell’integratore rispetto al fungo essiccato, ma bisogna sempre controllare la quantità di principio attivo puro per evitare di acquistare un integratore qualitativamente scarso.

 

Thanks for Reading

Enjoyed this post? Share it with your networks.

Leave a Feedback!