Come dormire bene la notte e svegliarsi riposati

Dormire bene la notte sembra essere una condizione sempre più rara per un numero crescente di uomini e donne. Dormire male la notte, inoltre, non favorisce un corretto risveglio ed un riposo salutare: di conseguenza la giornata sembrerà più lunga e stressante e ciò si ripercuote negativamente sui rapporti familiari, sociali e lavorativi. Dormire male è conseguenza non solo dello stress quotidiano, ma anche di cattive abitudini che non riconosciamo come tali. Vediamo come dormire bene la notte e svegliarsi riposati.

Risultati immagini per dormire bene

I farmaci sono l’ultima spiaggia: siccome i disturbi patologici del sonno sono rari, prima di correre dal medico è meglio provare a modificare alcune abitudini della vita quotidiana e introdurre piccoli rituali serali che predispongono al buon sonno, rilassando la mente ed il corpo e preparandoli a “staccare la spina”.

  • Fai esercizio durante il giorno e non la sera. L’esercizio fisico è una fonte di endorfine che sono eccitanti sul sistema nervoso centrale. Andare a letto dopo un allenamento non è una buona idea, perché l’organismo sarà ancora intento a recuperare dall’attività fisica e a smaltire l’acido lattico. Quindi, no alla palestra o agli esercizi prima di dormire.
  • Spegni televisione, computer, cellulare, tablet e altri dispositivi almeno 1 ora prima di andare a letto. Un ambiente che favorisce la calma aiuta a rilassarsi, mentre la luce blu trasmessa dagli schermi disturba gli occhi e non predispone ad addormentarsi. Piuttosto che giocare con lo smartphone, è meglio dedicarsi a sfogliare una rivista, leggere un libro, chiacchierare con il partner.
  • Cena leggera e niente alcol. Sembra un’ovvietà, ma sono molte le persone che rientrano affamate dal lavoro e a cena si gettano sul cibo senza badare alle conseguenze che questo avrà sul riposo notturno. Meglio mangiare qualcosa prima di cena, per non mettersi a tavola troppo affamati. La digestione di cibi semplici richiede 2 ore, mentre i fritti, i dolci e l’alcol impegnano lo stomaco per quasi il doppio del tempo. La posizione orizzontale che si assume di notte non è la migliore per i processi digestivi: per questo bisogna aspettare almeno 3 ore dopo il pasto serale prima di coricarsi.
  • Tisana della buonanotte. Un infuso dal sapore delicato con un cucchiaino di miele rilassa chiunque e concilia il sonno, grazie alle sue proprietà calmanti. Valeriana, tiglio, passiflora, camomilla, melissa… Queste piante rallentano il battito cardiaco, sciolgono la tensione e calmano l’ansia.
  • Non usare la camera per mangiare o per il tempo libero. La camera da letto si dovrebbe usare solo per dormire e dovrebbe essere arredata in modo soft, per evitare stimoli visivi che disturbano il cervello. Non si dovrebbe mangiare a letto o guardare la televisione, mentre è utile mettersi tra le lenzuola e leggere un libro mezz’ora prima di addormentarsi. Tende, tappeti, lenzuola di colori tenui e luce soft trasmettono al cervello uno stimolo rilassante e conciliante.

Chi si chiede come dormire bene di notte non dovrebbe sottovalutare il potere di un buon materasso e di un cuscino anatomico. Un supporto rigido o al contrario troppo morbido non segue le naturali curve della schiena ed è uno dei motivi per cui ci si sveglia con la schiena dolorante o il collo bloccato. Il cuscino va scelto in base alla posizione in cui si dorme e deve mantenere il capo nella stessa linea della schiena, non più in alto o più in basso.

Thanks for Reading

Enjoyed this post? Share it with your networks.

Leave a Feedback!