Crema rassodante seno con fieno greco

Crema rassodante seno con fieno greco

Rassodare il seno ottenendo un effetto ottico di aumento del volume è possibile anche senza ricorrere ad un intervento chirurgico. Naturalmente un aumento deciso del seno si può ottenere solo chirurgicamente, ma le donne che vogliono solo rassodare un seno che tende verso il basso possono ricorrere allo sport e ad alcune creme contenenti sostanze volumizzanti, rassodanti e stimolanti. La crema rassodante seno con fieno greco è uno di questo rimedi. Il fieno greco (Trigonella foenum graecum) è una pianta officinale che viene utilizzata nella medicina popolare orientale fin dal 1500 a.C: presso gli antichi egizi era nota come “la pianta che mantiene giovani”. Nei paesi arabi viene donata alle ragazze fidanzate, perché ritenuta in grado di rendere le forme del corpo più desiderabili.

Si tratta di un arbusto alto meno di un metro, con foglie simili a quelle del trifoglio e fiori bianchi. La pianta produce un frutto di forma allungata all’interno del quale risiedono i semi di colore grigiastro, raccolti verso la fine di agosto, a piena maturazione.

I risultati della crema rassodante seno con fieno greco sono reali, ma non è realistico pensare che si possa passare da una taglia all’altra. I cambiamenti si possono valutare più facilmente su un seno piccolo e riguardano il volume ed il tono, modificando l’aspetto complessivo. La crema rassodante seno con fieno greco è indicata durante e soprattutto dopo l’allattamento, quando il seno sembra essersi svuotato, anche se non tutti i lattanti potrebbero gradire il sapore del latte. I semi di fieno greco contengono numerose sostanze, tra cui:

  • Lecitina
  • Fito-estrogeni (vitexina, quercetina, luteolina)
  • Vitamine A e C
  • Sali minerali
  • Antiossidanti, steroli e vitamine
  • Mucillagini
  • Alcaloidi e saponine (diosgenina, yamogenina)
  • Oli essenziali

Risultati immagini per fieno greco

Gli arabi utilizzano il fieno greco per scopi alimentari e medicinali: questa pianta è infatti ricca di fitoestrogeni, ormoni derivati dalle piante, che hanno un’azione stimolante sulla circolazione e sul tessuto mammario aumentando la produzione di prolattina. Infatti, in Oriente era (ed è) usanza utilizzare il fieno greco per stimolare la montata lattea nelle puerpere.

Il fieno greco può essere assunto in decotti ed infusi (dopo lunga bollitura per ammorbidire i duri semi), lasciando 3 cucchiaini di semi in infusione in mezzo litro di acqua per tutta la notte e filtrando il tutto. Si può trovare anche la polvere di semi, ottenuta semplicemente macinandoli. La polvere va assunta 3 volte al giorno (1 cucchiaino) lontano dai pasti ed insieme a miele, considerato il sapore non proprio eccelso.

Per le donne che preferiscono metodi alternativi, è possibile massaggiare la polvere di fieno greco direttamente sul seno, dopo averla miscelata con olio di mandorle dolci o di germe di grano, che hanno proprietà tonificati. Si ottiene così una pasta di consistenza fangosa da massaggiare sul seno prima della doccia, eseguendo movimenti circolari dall’alto verso il basso. Ripetere il massaggio tutti i giorni per 10 minuti.

Il fieno greco non viene utilizzato solo per realizzare decotti e creme. Alcune analisi hanno chiarito che questa pianta officinale ha anche proprietà ipocolesterolemizzanti, afrodisiache, emollienti, ristrutturanti, lenitive, antinfiammatorie e ricostituenti. Nutrienti come lipidi, minerali e vitamine sono utili nei casi di deperimento, magrezza, convalescenza.

Thanks for Reading

Enjoyed this post? Share it with your networks.

Leave a Feedback!