Come aumentare il metabolismo mangiando.

Come aumentare il metabolismo

Per dimagrire non è necessaria solo una buona dieta o un po’ di sana attività fisica: se il tuo metabolismo ha i ritmi di una tartaruga, tutti i tuoi sforzi sono destinati a fallire.

Che cos’è il metabolismo?

Il metabolismo è l’insieme delle attività energetiche e delle trasformazioni chimiche che avvengono nell’organismo. Il metabolismo coinvolge praticamente tutte le attività delle cellule e i loro rapporti tra di esse; quando si parla di metabolismo riferito alla dieta si sta parlando di metabolismo energetico, mentre il metabolismo necessario a mantenere le funzioni vitali è chiamato metabolismo basale. Il metabolismo energetico dipende strettamente dalla massa e dal sesso ed è fortemente influenzato dalla termogenesi, ovvero dalla quantità di calorie che introduciamo con la dieta. Va da sé che diete molto caloriche in un soggetto che non fa movimento (e non consuma calorie) si traducono in energia immagazzinata sotto forma di grasso… che è proprio ciò che vogliamo evitare.
Ecco perché introdurre la giusta quantità di calorie e fare attività fisica è necessario per andare in pari ed evitare accumuli di adipe.
Chi però ha già del peso in eccesso, deve smaltire la quantità di grasso immagazzinato.

Come aumentare il metabolismo?

Semplicemente aumentando il dispendio energetico e ciò si può fare in due modi: andando in palestra e consumando l’energia immagazzinata, oppure dando una spintarella al nostro organismo con le sostanze giuste. Non stiamo parlando di farmaci o sostanze esotiche, ma ad esempio del semplice aumento di proteine nella dieta a discapito dei carboidrati (pasta, pane, zuccheri).

I carboidrati rallentano molto il metabolismo, perchè sono zuccheri semplici che se non vengono consumati subito finiscono immagazzinati come scorta. Al contrario il pesce, le spezie, le uova, la frutta secca, le noci, i legumi ed il tè verde sono preziosi alleati del metabolismo.
Buone notizie per chi ama gli integratori: ginseng e fucus agar sono preparati erboristici ottimi per aumentare il metabolismo basale, naturalmente abbinati alla dieta e ad un minimo di attività fisica. Aumentare il metabolismo significa consumare le scorte di grasso e quindi dimagrire, che è lo scopo finale, ma attenzione a non farsi prendere la mano e magari saltare qualche pasto: saltare i pasti non porta a dimagrire, anzi.

Il nostro cervello durante millenni di evoluzione ha imparato ad associare la carenza di cibo alla carestia e quindi alla necessità di risparmiare le scorte energetiche: se smetti di mangiare, il cervello non penserà che siamo nel 2017 e vogliamo essere magri, ma penserà che ci sia carenza di cibo e quindi diminuirà il metabolismo, di conseguenza faticherai a dimagrire. Piuttosto che saltare la colazione o rinunciare allo spuntino pomeridiano, impara a nutrirti con intelligenza: una mela, dei cracker o uno yogurt ti daranno la giusta carica.

Attenzione anche ad allenarti troppo senza mangiare a sufficienza: così facendo non intacchi la massa grassa, ma consumi letteralmente la massa muscolare magra per la produzione rapida di energia.
Esistono anche farmaci per aumentare il metabolismo. Alcuni di essi sono a base di caffeina, un naturale eccitante presente nel caffè e nelle bevande energetiche che accelera temporaneamente il metabolismo dei grassi; altri invece contengono efedrina o addirittura anfetamine, sostanze considerate dopanti che agiscono sul sistema nervoso aumentando esponenzialmente la termogenesi.

Queste sostanze hanno effetti collaterali gravi e provocano dipendenza, senza contare che al termine dell’assunzione, il metabolismo tornerà più lento di prima: non vale certo la pena di rovinarsi la salute.

Thanks for Reading

Enjoyed this post? Share it with your networks.

Leave a Feedback!